CAST & CREDITS

cast:
Dwayne Johnson, Billy Bob Thornton, Maggie Grace, Moon Bloodgood, Carla Gugino, Oliver Jackson-Cohen, Jennifer Carpenter, Tom Berenger, Adewale Akinnuoye-Agbaje

regia:
George Tillman Jr.

distribuzione:
Sony Pictures Releasing Italia

durata:
98'

produzione:
Castle Rock Entertainment, State Street Pictures, CBS Films

sceneggiatura:
Joe Gayton, Tony Gayton

fotografia:
Michael Grady

scenografie:
David Lazan

montaggio:
Dirk Westervelt

costumi:
Salvador Pérez Jr.

musiche:
Clint Mansell

Faster | Recensione | Ondacinema

Faster

di George Tillman Jr.

azione, Usa (2010)

di Simone Pecetta

Voto: 3.0

Quinto lungometraggio di George Tillman Jr. è questo "Faster", un adrenalinico revenge movie con protagonista il wrestler "The rock", al secolo Dwayne Johnson, giunto alla ribalta nel grande schermo nel 2002 con il pessimo fantasy-action "Il re scorpione".
Driver (l'autista, così è chiamato il personaggio di Dwayne Johnson) appena scarcerato si procura un auto, giacca di pelle, guanti e una pistola. L'auto corre mangiando l'asfalto e passando di città in città dove l'Autista lascia una scia di sangue dietro di sé. Infatti la vendetta di un vecchio torto di sangue esige di essere compiuta. Sulle sue tracce oltre ad una coppia di poliziotti (Carla Gugino e  Billy Bob Thornton) anche un sicario.

La monumentale presenza di Johnson riempie nuovamente lo schermo dopo una serie di pessime interpretazioni in pessimi film ("La mummia - il ritorno", "Il re scorpione", "Doom", "Southland tales", "Agent smart - Casino totale", solo per citane alcuni) ed ancora una volta il suo personaggio è quasi totalmente privo di battute, ma la presenza scenica è notevole. O quantomeno decisamente migliore di quella della sua controparte Oliver Jackson-Cohen. Viene lasciato poco spazio alle presenze femminili di Maggie Grace (reduce dalla serie televisiva "LOST") e di Carla Gugino, mentre emerge in una eccezionale interpretazione Billy Bob Thornton.

La regia di Tillman in genere didascalica sfocia a tratti nel citazionismo e si mette sulla scia di "Giustizia privata" che nella passata stagione cinematografica aveva riscosso un discreto successo, ma provando ad ammiccare a grandi thriller degli anni '70. L'idea è buona, peccato che Tillman rovini tutto. Infatti, sembra oramai chiaro a chiunque sappia distinguere un attore da un pompelmo che Dwayne  Johnson non appartiene alla prima categoria; pare che Tillman non sia capace di questo distinguo e seppur privandolo del dono della parola il muoversi frenetico del wrestler Johnson ricorda molto più un bambino che ha necessità di orinare che un uomo che freme per la vendetta che ha da portare a termine. La trama è tanto semplice da poter stupire, e le molteplici sottotrame potrebbero conferire un buon spessore al plot. Potrebbero, ma non lo fanno perché il film si perde nel tentativo di emulare altre pellicole che hanno avuto un buon successo. È veramente un peccato che la bellissima Carla Gugino venga relegata ad un ruolo adombrando dalla ingombrante ed elefantiaca presenza di Johnson e che la veramente buona prestazione attoriale di Thornton venga sommersa da un mare di cattive trovate o buone trovate, ma gia viste più e più volte.

Auto veloci e grandi pistole, se questo è quanto vi basta per essere soddisfatti da un film non dovete perdere l'occasione di vedere "Faster". (Un consiglio: aspettate che il film esca in DVD e non avrete rimpianti)