CAST & CREDITS

cast:
Jim Sturgess, Emilie de Ravin, Hugo Weaving, Geoffrey Rush, Sam Neill

regia:
Zack Snyder

distribuzione:
Warner Bros.

durata:
87'

produzione:
Village Roadshow Pictures, Warner Bros. Pictures, Animal Logic

sceneggiatura:
John Orloff, John Collee

scenografie:
Simon Whiteley

montaggio:
David Burrows

musiche:
David Hirschfelder

Il regno di Ga'Hoole - La leggenda dei guardiani | Recensione | Ondacinema

Il regno di Ga'Hoole - La leggenda dei guardiani

di Zack Snyder

animazione, Usa/Australia (2010)

di Massimo Versolatto

Voto: 7.0
Zack Snyder, nonostante la (per ora) esigua carriera cinematografica, ha già ampiamente fatto parlare di sé (tant'è che gli hanno affidato il nuovo "Superman").
Da molti criticato per la sua scelta di non "reinterpretare", bensì copiare inquadratura per inquadratura, le graphic novel da cui ha tratto "300" e "Watchmen" (da un certo punto di vista il pensiero è anche condivisibile), è pur sempre un regista che, con poche ma mirate pellicole, ha finora dimostrato d'aver una sua personale cifra stilistica (cosa che, peraltro, aveva palesato nel suo passato di regista pubblicitario e di videoclip).

Fautore dichiarato della CG, con "Il regno di Ga'Hoole" Snyder ha abbandonato gli attori in carne ed ossa per creare una storia tutta "cartoon", il cui livello di dettaglio appare a tratti sublime. In attesa di vedere la sua esposizione "totale" nei confronti del pubblico ("Sucker Punch" in uscita nel 2011 l'ha anche sceneggiato), "Il regno di Ga'Hoole" regalerà ai suoi fan un'ora e mezza - risicata - di epico intrattenimento.

Destinato principalmente ai bambini (non ne consiglierei la visione, comunque, ai più piccolini per via di certe scene), "Ga'Hoole" non manca di emozionare anche gli adulti più "sognatori". La trama, seppur scontata, è decisamente ben oliata e alle scene movimentate allaccia bei momenti di pathos. Il tocco di Snyder (che non rinuncia ai suoi ralenty estremi a velocità variabile) è forte ma un encomio lo merita sicuramente tutto il reparto degli effetti speciali: più di un'inquadratura lascia il segno.
 
Insomma, questo film piacerà a molti. I bimbi più grandicelli in primis si godranno le bellissime immagini, i momenti divertenti, l'epica avventurosa della lotta del Bene contro il Male e pure quella sana tensione non "caricata" negli sprazzi darkeggianti.

Gli adulti, quelli che sentiranno il bisogno di guardarlo con occhio più smaliziato (per tutti coloro che non reprimono il bimbo che è in noi, vale quanto già detto), ne apprezzeranno gli aspetti della lotta per la sopravvivenza, del coraggio e della voglia di vincere. Si crogioleranno sapendo che, in fondo, un po' di ottimismo non fa male.
Soprattutto se ben architettato come questo film.