Strange But True | Film | Recensione | Ondacinema

Ondacinema

recensione di Rudi Capra
6.0/10

Melissa è incinta di Ronnie, ma lui è morto da cinque anni. Charlene e Phillip, madre e fratello di Ronnie, ascoltano inorriditi. Il bambino è suo, giura la ragazza prima di essere sbattuta fuori di casa. Ma la lieta novella non giunge invano: Charlene fa ricerche sullo sperma congelato, Phillip sonda il campo del paranormale. Numerosi indizi; una verità sola.

Dopo lo heist d'esordio "The Rise" (2012), filmato a Leeds, il regista britannico Rowan Athale ambienta nei graziosi sobborghi del New England un arzigogolato thriller psicologico che la fotografia umbratile e smaltata di Stuart Bentley impronta a un realismo terso, patinato. Innescata da multiple detection, l'azione si alterna a flashback frammentari e mantiene una cupa e solerte vivacità per due terzi della durata, accumulando in maniera centrifuga tracce, personaggi, piste plausibili e ibridazioni di genere (dramma, melodramma, horror, thriller, grottesco). Ulteriore punto di forza è un cast solido in cui spicca, pulsante epicentro, lo sguardo mesmerico di Margaret Qualley.

Malgrado la costruzione cerebrale dell'intreccio, bisogna anche riconoscere i limiti del complementare processo di risoluzione, che inaridisce in un sol colpo le fertili ambiguità di una sceneggiatura fino a quel momento sapientemente, eroticamente sospesa davanti a un crocicchio di generi e alternative. La direzione tortuosa di Athale si dilunga poi in maniera eccessiva nell’ultima parte, esplicitando una vocazione tragica che appesantisce ulteriormente un testo abbastanza curioso da sondare i confini del lubrico, ma non abbastanza audace da oltrepassarli. Lo scioglimento prosaico è il preludio a un lieto fine che sigilla come una pietra tombale le ambizioni di questo film.

In memoria dei netti contrasti di cui si compone la pellicola, ne citiamo uno: il conturbante incontro con la sensitiva (+), il pomposo epilogo limousine/parto in montaggio alternato (-). Arricchito da una visualità smaltata, frenato da incertezze decisive, dopo un lungo e incerto vagabondare "Strange But True" prende infine domicilio nell’affollato cantone dei B-movie.


14/09/2019

Cast e credits

cast:
Margaret Qualley, Amy Ryan, Greg Kinnear, Nick Robinson, Connor Jessup, Blythe Danner, Brian Cox, Mena Massoud


regia:
Rowan Athale


titolo originale:
Strange but True


distribuzione:
Notorious Pictures


durata:
96'


produzione:
Bankside Films


sceneggiatura:
Eric Garcia


fotografia:
Stuart Bentley


montaggio:
Kim Gaster


musiche:
Neil Athale


Trama
Melissa è incinta di Ronnie, ma Ronnie è morto da cinque anni. La madre e il fratello del ragazzo iniziano le ricerche, ma la verità li mette in pericolo
Link

Sito italiano