CAST & CREDITS

cast:
Seth Rogen, Elizabeth Banks, Jason Mewes, Gerry Bednob, Brandon Routh, Katie Morgan

regia:
Kevin Smith

distribuzione:
M2 Pictures

durata:
101'

produzione:
The Weinstein Company

sceneggiatura:
Kevin Smith

fotografia:
David Klein

scenografie:
Robert Holtzman

montaggio:
Kevin Smith

costumi:
Salvador Pérez Jr.

musiche:
James L. Venable

Zack & Miri - Amore a... primo sesso | Recensione | Ondacinema

Zack & Miri - Amore a... primo sesso

di Kevin Smith

commedia, Usa (2008)

di Alex Poltronieri

Voto: 7.0
Il nostro paese continua a riservare un pessimo trattamento a Kevin Smith e al suo cinema. Così, dopo gli oltre due anni di attesa per vedere "Dogma" in sala, è il turno di "Zack and Miri Make a Porno", tuttora inedito in Italia. Sulla carta entrambi i film affrontano temi abbastanza delicati, o comunque politicamente scorretti. Il primo mette in discussione il ferreo cattolicesimo del regista, con due angeli rinnegati, volgari, e per di più assetati di sangue. Il secondo affronta, da par suo, il tema della libera sessualità in una società sempre più conservatrice e retrograda. 1 a 0 per Kevin Smith: qui da noi il suo film (che comunque visivamente è ben poco volgare o esplicito) nessuno l'ha voluto distribuire. Nei "puritani" Usa si sono limitati a censurarne il poster.
 
Ed è un peccato che non si sia visto nei cinema, perché questo "Zack and Miri" è uno dei film più goliardici, divertenti, ma anche amari, di Kevin Smith. La lezione di "Clerks 2" non è passata invano. Anche qui i protagonisti sono due commessi, due loser incalliti, rassegnati alla vita, che non hanno molte altre aspettative se non rimorchiare una vecchia fiamma al ritrovo dei compagni di liceo. E se certe soluzioni di sceneggiatura appaiono un po' affrettate (con quanta facilità Zack e Miri decidono di risolvere i loro problemi di denaro mettendo in scena un film a luci rosse?), molte battute riescono a cogliere nel segno la schizofrenia dei nostri tempi ("Paris Hilton ha fatto un pompino ad un tizio in visione notturna e ora vende cosmetici alle adolescenti!").
 
La prima parte, più ritmata e divertente, è, ovviamente, intrisa della classica cinefilia da nerd a cui ci ha abituato Smith con i suoi film. I porno che ha in mente il regista sono quelli anni 80, che prendevano in giro film famosi facendone la parodia, e che probabilmente alcuni ricordano con nostalgia. L'oggetto dell'amichevole sfottò del regista non poteva che essere "Guerre Stellari", che nella versione dei protagonisti si trasforma in "Star Whores"(!). Non mancano ruoli di contorno o comparsate per molti degli amici di Smith, da Jason Mewes (il Jay del ciclo di film del New Jersey) a Tom Savini, sino ad una coppia di famigerate, e reali, attrici di film porno, ovvero Traci Lords e Katie Morgan. Curiosa poi questa nuova tendenza del cinema americano a ricercare quella ingenuità e spontaneità fai-da-te, di cui era intriso pure un gioiellino come "Be Kind Rewind", come se Smith e Gondry, volessero dirci che per far ripartire Hollywood è necessario tornare alla basi, girare film per puro piacere e divertimento.

Il tono scanzonato dell'incipit lascia il passo, nella seconda parte, a momenti più riflessivi e romantici, quando Zack e Miri, dopo aver fornicato davanti alla macchina da presa, scoprono di essere sempre stati innamorati. Ma è una scelta che ci si aspettava dallo Smith degli anni duemila, più rassegnato e meno cinico che in passato, sempre sagace, ma anche sottilmente romantico.

Edit: Il film è uscito in sala mercoledì 1 giugno 2011 distribuito da M2 Pictures.