Dopo le feste, tutti i colori del cinema

del 04/01/2015

La breve parentesi natalizia volge al termine. Con l'avvicinarsi della Befana, in coda al periodo di feste e cenoni, i palinsesti televisivi sanno come consolarci, offrendo generosamente una vasta gamma di titoli, per tutti i palati. Dalle commedie più spensierate, ai grandi titoli d'autore, passando per ottimi film di genere ed esordi dimenticati: ad aspettarci sul piccolo schermo c'è un'altra settimana di cinema di qualità.


Domenica 4 gennaio

Il film del giorno:

Io sono un autarchico di Nanni Moretti (21:30, Rai Storia)

autarchico_02Dopo alcuni cortometraggi, questa sgangherata, ma assai personale antologia di scenette in Super 8, "autarchica" soprattutto nelle risorse produttive, segna il singolare ingresso di Nanni Moretti nelle sale cinematografiche. Rivisto oggi, l'acerbo autoritratto, realizzato per lo più al fianco di parenti e amici, conserva pressoché intatti il fervore polemico e la vis comica diretta e corrosiva. Può dirsi un compendiario giovanile del futuro Michele Apicella, se non proprio un piccolo ritratto generazionale, generoso nel dispensare citazioni e momenti iconici.






I film da vedere:

Il diario di Bridget Jones di Sharon Maguire (16:10, Canale 5)
Caccia a ottobre rosso di John McTiernan (17:15, Rai Movie)
Molto rumore per nulla di Kenneth Branagh (21:00, LaEffe)
Knockout - Resa dei conti di Steven Soderbergh (21:15, Cielo)
A proposito di Schmidt di Alexander Payne (23:10, Rai 5)
Le avventure del Barone di Münchausen di Terry Gilliam (23:40, Iris)
Cave of Forgotten Dreams di Werner Herzog (00:40, Rai Movie)
Scene da un matrimonio di Ingmar Bergman (02:10, Rai Movie)


Lunedì 5 gennaio

Il film del giorno:

Faust di Aleksandr Sokurov (01:25, Rai 3)

faust_tvA notte fonda, eccovi servito il capolavoro della settimana. La rilettura del classico di Goethe, posta a conclusione della straordinaria tetralogia sul potere del cineasta russo, è un'opera colossale tanto per lo spessore filosofico che la innerva, quanto per la sua incomparabile ricchezza immaginifica e figurativa. Ripescando forme e suggestioni dai mirabilia medievali, dalle tele di Bosch e Quentin Massys, Sokurov mescola il sublime e l'orrido, corporalità e speculazione, in un affresco imponente che accosta a un'innegabile difficoltà interpretativa, un potere fascinatorio impressionante.






I film da vedere:

Zoolander di Ben Stiller (15:55, Rai Movie)
Incontri ravvicinati del terzo tipo di Steven Spielberg (21:00, LaEffe)
Le avventure di Peter Pan di H. Luske, C. Geronimi, W.Jackson e J. Kinney (21:15, Rai 1)
Il silenzio degli innocenti di Jonathan Demme (23:00, Rai Movie)
Il covo dei contrabbandieri di Fritz Lang (23:00, 7 Gold)
I quattrocento colpi di François Truffaut (23:50, Laeffe)


Martedì 6 gennaio

Il film del giorno:

Misery non deve morire di Rob Reiner (23:00, Rai 4)

misery_tvBasta incrociare lo sguardo lampeggiante di follia di Kathy Bates, benevola soccorritrice pronta a trasformarsi in carnefice ferina, e si può cominciare a tremare. È lei - l'infermiera che prima salva il suo scrittore preferito da un incidente, poi, scoperta la morte della sua beniamina nel nuovo romanzo, lo imprigiona per costringerlo a riscrivere tutto a colpi di martello - la protagonista assoluta di questo classico del terrore. Dirige Rob Reiner che con pochi, sapienti tocchi e uno stile elementare, perfettamente aderente alla prosa piana e incalzante di Stephen King, ci consegna il suo film migliore. Un incubo truce, assurdo e claustrofobico.





I film da vedere:

Il grande Paese di William Wyler (14:40, Rai Movie)
Il vento che accarezza l'erba di Ken Loach (21:00, Laeffe)
I ponti di Madison County di Clint Eastwood (21:10, La 5)
Terminator
di James Cameron (21:15, Rai Movie)
Django Unchained di Quentin Tarantino (22:55, Cielo)



Mercoledì 7 gennaio

Il film del giorno:

Old Boy di Chan-wook Park (00:15, Cielo)

oldboy_tvSecondo tassello della "trilogia della vendetta", "Old Boy" rivelò al mondo intero l'eccezionale talento dell'autore sudcoreano. Basandosi su un omonimo manga giapponese che racconta la misteriosa prigionia di un uomo e le terribili conseguenze scatenate dalla sua fuga e sete di vendetta, Park Chan-wook struttura un geniale meccanismo audiovisivo, capace di conciliare un'estetica innovativa al respiro grave e catartico della tragedia greca. Si tratta, senza dubbio alcuno, di una delle pellicole più importanti degli anni Zero che ha rivoluzionato la sintassi del revenge movie e col tempo è avanzata al grado di vera e propria opera di culto (tanto da meritarsi pure un remake made in Usa).





I film da vedere:

Thelma & Louise di Ridley Scott (21:10, Mtv)
Affliction di Paul Schrader (01:05, Rai Movie)
Almost Blue di Alex Infascelli (03:30, Iris)


Giovedì 8 gennaio

Il film del giorno:

L'albero del male di William Friedkin (23:10, Rai Movie)

alberomale_tvBistrattato dai più, questo notevole horror ha come principale difetto quello di esser stato diretto dal regista de "L'esorcista". Se infatti siamo molto distanti dall'agghiacciante perfezione di quel paradigma, il film di paura per antonomasia, questo lavoro - cupo racconto di una giovane baby-sitter alla ricerca di bimbi innocenti da sacrificare come atto d'adorazione per alcuni spiriti malvagi - ha comunque le sue carte da giocare. Nulla si può obiettare a un esperto conoscitore del perturbante come Friedkin, soprattutto nella costruzione di atmosfere tesissime e nella gestione feroce dei ritmi narrativi.






I film da vedere:

Le relazioni pericolose
di Stephen Frears (21.00, Iris)
Brazil di Terry Gilliam (23:15, Rete 4)
Stavinsky. Il grande truffatore di Alain Resnais (02:45, Rete 4)
L'anno scorso a Marienbad di Alain Resnais (04:55, Rete 4)


Venerdì 9 gennaio

Il film del giorno:

Il sospetto di Thomas Vinterberg (23:05, Rai Movie)

jagten_tvUna bambina accusa di molestie sessuali il mite maestro d'asilo, colpevole di aver rifiutato, seppur garbatamente, un suo dono come dichiarazione di affetto. Il regista di "Festen" pulisce il suo linguaggio cinematografico dagli stilemi del Dogma e realizza una cronaca di brutale asciuttezza sul calvario di un sospetto innocente, che la comunità ha già dichiarato colpevole, senza possibilità d'appello. Forte di una scrittura affilata che fa tesoro del modello hitchcockiano de "Il ladro" e del magnifico volto di Mads Mikkelsen, qui alla sua prova più maestosa, il film procede secco, senza battute d'arresto. Tremendo e squassante fino all'ultimo fotogramma.





I film da vedere:

La cosa di John Carpenter (21:10, Italia 2)
Suspiria di Dario Argento (23:25, Rai 4)
Sweeney Todd. Il diabolico barbiere di Fleet Street di Tim Burton (23:30, Italia 1)
Mongol di Sergei Bodrov (00:15, Rai 2)
L'infedele di Liv Ulmann (03:05, Rai Movie)
In The Cut di Jane Campion (01:10, Rai Movie)


Sabato 10 gennaio

Il film del giorno:

Anatomia di un omicidio di Otto Preminger (La 7, 21:10)

anatomy_tvDella regione filmografica meno frequentata di Preminger fa parte questo thriller giudiziario duro e puro, di fattura raffinata, su un avvocato che deve difendere un militare, reduce dalla Corea, accusato di aver ucciso il violentatore della moglie. Chiuso rigorosamente in interni, il film fa perno sull'arguzia di una sceneggiatura serrata che, impastando ironico e torbido, gioca con l'ambiguità irrisolvibile della faccenda e così adopera, paradossalmente, la sua verbosità per avvincere. Al resto ci pensa un eccellente circolo di interpreti, saldamente guidato da James Stewart e, più di tutto, la trascinante, superba colonna sonora firmata Duke Ellington.





I film da vedere:

Harry ti presento Sally di Rob Reiner (14:00, Mtv)
La foresta dei pugnali volanti di Zhang Yimou (14:10, Rai 4)
Tigerland di Joel Schumacher (21:15, Rai Movie)
Birth. Io sono Sean di Jonathan Glazer (23:10, Rai 4)
Non si sevizia un paperino di Lucio Fulci (02:35, Iris)
Il pasto nudo di David Cronenberg (05:15, Rai 3)