Il malessere a tutto schermo

del 11/01/2015

I recenti, atroci accadimenti di Parigi hanno aperto uno scenario desolante di paure, insicurezze, disorientamento. La settimana televisiva sembra rispecchiare questo sentimento di disagio diffuso: dalle disillusioni politiche di Brooks e Loach al sanguinoso mondo di valori rovesciati dei Coen, dalla perdita dell'innocenza di Coppola e Reiner alla crisi occupazionale di Mangini e Barbanente, e ancora le amare frustrazioni di Reitman, il mondo capovolto di Gilliam, gli incubi apocalittici e visionari di Kubrick, Ferreri, Chan-wook Park. Tutti i film in programmazione sono intrisi di un'inquietudine capace, purtroppo, di deflagrare in gesti di violenza inconsulta.

 

Domenica 11 gennaio

Il film del giorno:
La notte di San Lorenzo di Paolo e Vittorio Taviani (21.35, Rai Storia)

la_notte_di_san_lorenzo

Nella notte del 10 agosto 1944, alcuni abitanti di un paesino toscano cercano faticosamente di raggiungere gli avamposti americani per mettersi in salvo dalle rappresaglie naziste. Ispirandosi ai fatti (veri) della strage del Duomo di San Miniato, i fratelli Taviani riscrivono un pezzo di Storia attraverso le piccole storie quotidiane di un gruppo di uomini e donne determinati a lottare: le loro parole, le loro paure, le loro speranze sono al centro di questa commovente favola corale, impreziosita da immagini di toccante poesia. Premio Speciale della Giuria a Cannes 1982.

 





Gli altri film da vedere:

American Hustle - L'apparenza inganna di David O. Russell (16.40, Sky Cinema Cult)

This Must Be the Place di Paolo Sorrentino (21.00, Iris)

Domino di Tony Scott (21.15, Cielo)

Il padrino di Francis Ford Coppola (21.30, Rete 4)

Traffic di Steven Soderbergh (21.50, Vero tv)

Il dottor Stranamore di Stanley Kubrick (22.50, Sky Cinema Classic)

L'uomo in più di Paolo Sorrentino (23.30, Iris)

Il segreto dei suoi occhi di Juan Josè Campanella (0.00, Rsi La1)

La grande abbuffata di Marco Ferreri (1.25, Iris)

Intervista di Federico Fellini (2.15, Rai 3)


Lunedì 12 gennaio

Il film del giorno:
Non è un paese per vecchi di Joel e Ethan Coen (0.30, SKy Cinema Cult)

non__un_paese_per_vecchi_02Un cacciatore avido ma sprovveduto, un killer sadico e grottesco, uno sceriffo mite e disincantato si incrociano, si rincorrono, si perdono tra le vie di un Texas polveroso e insanguinato, costellato di cadaveri putrescenti. I Coen si confrontano con la pagina scritta di Corman McCharty, dimostrando di preferire l'azione (violenta) alle riflessioni filosofiche, ma senza tradire lo spirito del celebre romanzo. Emerge infatti la stessa agghiacciante fotografia del presente, lo stesso senso di avvilente sconforto di fronte alla consapevolezza che "non puoi fermare quello che sta per arrivare". Quattro Oscar 2008: film, regia, sceneggiatura e Javier Bardem (una maschera pietrificante) attore non protagonista.

 




Gli altri film da vedere:

Vicky Cristina Barcelona di Woody Allen (21.10, La5)

Lady Henderson presenta di Stephen Frears (21.10, La7d)

Tom Horn di William Wiard (21.15, Rai Movie)

Elles di Malgorzata Szumowska (22.50, Laeffe)

Il vento che accarezza l'erba di Ken Loach (0.40, Laeffe)

Old Boy di Chan-wook Park (1.00, Cielo)

Maledetti vi amerò di Marco Tullio Giordana (1.10, Rai Movie)

B.B. e il cormorano di Edoardo Gabriellini (4.05, Italia 1)


Martedì 13 gennaio

Il film del giorno:
In cerca di Mr. Goodbar di Richard Brooks (0.55, Rai Movie)

in_cerca_di_mr_goodbarTheresa Dunn conduce una doppia vita: di giorno è un'insegnante indefessa presso una scuola per sordomuti, la notte invece beve, si droga e bazzica i peggiori bar alla ricerca di uomini soli con cui passare qualche ora in compagnia. Tratto dal romanzo omonimo di Judith Rosmer, è la storia di una donna irrisolta e famelica di vita che finirà stritolata in una inarrestabile spirale autodistruttiva. Ne emerge il ritratto cupo, desolante e amarissimo della società statunitense degli anni 70, che però Brooks spoglia di ogni paternalismo e facile moralismo. Ottima prova di Diane Keaton, abile nell'alternare squallida grettezza e disarmante candore.

 




Gli altri film da vedere:

Se mi lasci ti cancello di Michel Gondry (21.10, Mtv)

Potiche - La bella statuina di François Ozon (21.15, Rai 5)

Il vedovo di Dino Risi (21.30, Tv 2000)

Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek (22.45, Rai Movie)

The Impossible di Juan Antonio Bayona (23.05, Sky Cinema Hits)

La chiave di Tinto Brass (23.15, Cielo)

Il future non è scritto - Joe Strummer di Julien Temple (0.10, Rai 5)

The Counselor - Il procuratore di Ridley Scott (1.05, Sky Cinema 24)

Il branco di Marco Risi (2.30, Rete 4)


Mercoledì 14 gennaio

Il film del giorno:
Stand by Me - Ricordo di un'estate di Rob Reiner (21.10, Mtv)

stand_by_meOregon, estate 1959. Un gruppo di ragazzini annoiati parte per un'escursione sulle tracce del cadavere di una persona scomparsa. Quella che doveva essere una gita goliardica e avventurosa si rivelerà per i protagonisti un importante percorso di crescita alla scoperta di se stessi. L'adolescenza prima di "Boyhood": adattando un romanzo di Stephen King, Rob Reiner dirige uno dei più belli, onesti, malinconici racconti di formazione passati sul grande schermo. Sceneggiatura incalzante e quattro giovani interpreti irresistibili. Un vero cult generazionale, imprescindibile per i nati negli anni 80 (e non solo).

 





Gli altri film da vedere:

La vita di Adele di Abdellatif Kechiche (21.00, Sky Cinema Cult)

Signora per un giorno di Frank Capra (21.30, Tv 2000)

Cruel Intentions di Roger Kumble (22.45, Mediaset Italia 2)

After Life di Hirokazu Koreeda (22.50, Rai Movie)

Le streghe di Salem di Rob Zombie (23.25, Sky Cinema Max)

Crazy Heart di Scott Cooper (23.35, Rsi La1)

Good Time Max di James Franco (0.35, Rai 4)

Il silenzio degli innocenti di Jonathan Demme (0.35, Rai Movie)

Avere vent'anni di Fernando Di Leo (0.45, Italia 7 Gold)

Anime erranti di André Téchiné (0.50, Laeffe)


Giovedì 15 gennaio

Il film del giorno:
Il giardino delle vergini suicide di Sofia Coppola (21.00, Iris)

il_giardino_delle_vergini_suicideA distanza di anni, un ragazzo di un anonimo sobborgo statunitense ripercorre la vicenda delle giovani ed eteree sorelle Libson, le cui figure rimangono avvolte da un alone di conturbante mistero in seguito al loro suicidio collettivo. Folgorante esordio alla regia di Sofia Coppola, che rivela da subito uno sguardo d'autrice profondo e pudico. Il film propone una delicata incursione nel mondo dell'adolescenza e, in parallelo, una fotografia disincantata dell'America post-Vietnam: il senso di sfiducia, la perdita dell'innocenza, il bigottismo conservatore, l'asfissia della vita di provincia. Primo capitolo della trilogia dedicata "all'età inquieta", cui seguiranno "Lost in Traslation" e "Marie Antoinette".

 




Gli altri film da vedere:

Young Adult di Jason Reitman (21.05, Rai 3)

Crazy, Stupid, Love di Glenn Ficarra e John Requa (21.05, Rsi La2)

Jane Eyre di Cary Fukunaga (21.15, Rai Movie)

Confidenze a uno sconosciuto di Georges Bardawil (23.00, Iris)

Venere in pelliccia di Roman Polanski (23.15, Sky Cinema Cult)

Il cliente di Joel Schumacher (23.40, Rete 4)

Ferro 3 - La casa vuota di Kim Ki-duk (0.55, Sky Cinema Cult)

Gang di Robert Altman (1.55, Rai Movie)

Una pura formalità di Giuseppe Tornatore (2.25, Rete 4)

Signorinaeffe di Wilba Labate (2.35, Rai 1)


Venerdì 16 gennaio

Il film del giorno:
In viaggio con Cecilia di Mariangela Barbanente e Cecilia Mangini (21.15, Rai 5)

in_viaggio_con_ceciliaLa Cecilia del titolo è la cineasta Cecilia Mangini, grande innovatrice del documentario antropologico italiano negli anni 60 e 70. A quarant'anni di distanza dalla sua ultima regia, torna dietro alla macchina da presa accompagnata dalla giovane collega Mariangela Barbanente per raccontare la sua Puglia. In uno stimolante cortocircuito storico e sociale, la crisi occupazionale odierna e l'inquinamento industriale dell'Ilva di Taranto e del Petrolchimico di Brindisi incontrano il malcontento degli operai della Monteschell degli anni 60. Ecco dunque intervenire sequenze tratte dai vecchi film della celebre documentarista, in un acuto gioco di montaggio che si fa scrittura filmica vivace e imprevedibile. Un tentativo audace e puntuale di fare, come sempre per la Mangini, un "cinema della contemporaneità".

 



Gli altri film da vedere:

Zoolander di Ben Stiller (14.40, Rai Movie)

Romeo deve morire di Andrzej Bartkowiak (21.00, Iris)

Ragione e sentimento di Ang Lee (21.05, Laeffe)

Super 8 di J.J. Abrams (21.05, Rsi La2)

Dallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée (21.10, Sky Cinema 1)

Passaggio in India di David Lean (21.10, La7)

L'esercito delle 12 scimmie di Terry Gilliam (21.10, Mediaset Italia 2)

La vita facile di Lucio Pellegrini (21.10, La5)

Monsters University di Dan Scanlon (0.20, Sky Cinema Family)

Shining di Stanley Kubrick (0.25, Rete 4)


Sabato 17 gennaio

Il film del giorno:
Happy Family di Gabriele Salvatores (19.35, Rai Movie)

happy_familySalvatores si cimenta nella commedia, adattando una sagace pièce di Alssandro Genovese dalle implicazioni pirandelliane. Ma nonostante i toni brillanti e i vezzi stilistici à la Wes Anderson, il film nasconde un cuore amaro. La "famiglia felice" del titolo è un covo di frustrazioni, angosce e malcelati risentimenti: in un misto di timore e rassegnazione, ognuno coltiva le proprie insicurezze, i vecchi si confrontano con la paura della morte, i giovani sembrano preferire scrivere storie d'amore piuttosto che esserne coinvolti in prima persona. L'happy end reclamato dai personaggi, sembra dirci il regista, è solo un'illusione.

 





Gli altri film da vedere:

Karate Kid - Per vincere domani di John G. Avildsen (21.10, Mtv)

I fiori della guerra di Zhang Yimou (21.15, Rai Movie)

Tropa de Elite - Gli squadroni della morte di José Padilha (23.05, Rai 4)

Dove la terra scotta di Anthony Mann (23.25, Rai Movie)

I compagni di Mario Monicelli (0.30, Sky Cinema Classics)

Sugar Man di Malik Bandjelloul (1.05, Rai 5)

Una lucertola con la pelle di donna di Lucio Fulci (2.35, Iris)