L'impegno prima di Pasqua

del 29/03/2015

La Pasqua si avvicina ma è ancora presto per le pellicole bibliche, che cominciano solo ad affacciarsi nella programmazione del pomeriggio. Oltre a "Il Padrino" che torna con frequenza forse anche esagerata resiste la "science fiction" e soprattutto il cinema di impegno sociale, una sorta di "fioretto" in vista della santa benedizione.



Domenica 29 marzo

Il film del giorno
Hotel Rwanda
 di Terry George (Rai Storia, 21.30)

rwanda

Undici anni  fa in Rwanda, piccolo Stato dell'Africa centro-orientale, si compiva il massacro degli "hutu" e dei "tutsi" moderati, ad opera dei membri dell' "Hutu Power" e dell' "Akazu". Un genocidio che all'epoca fu quasi del tutto ignorato dai media e dalle organizzazioni internazionali, preoccupate soltanto di mettere in salvo i bianchi. George ha il merito di trasmettere speranza senza scadere nel lacrimevole, né scioccare con eccessiva violenza. Incentra la storia su Paul Rusesabagina (Don Cheadle), di etnia hutu, sposato con una tutsi, manager di un hotel di lusso della capitale: grazie a una sua idea centinaia di persone troveranno - hanno trovato - rifugio e salvezza. Nel cast anche Nick Nolte, Joaquin Phoenix  e Jean Reno.

Gli altri film
La sconosciuta di Giuseppe Tornatore (Iris, 21.00)
Terminator di James Cameron (Rai 4, 22.45)
Una pura formalità di Giuseppe Tornatore (Iris, 23.20)
Broken Flowers di Jim Jarmusch (Rai 5, 23.05)
Romanzo Criminale di Michele Placido (Rete 4, 23.35)


Lunedì 30 marzo

Il film del giorno
La sposa turca di Fatih Akin (LaEffe, 21.10)

sposaturca

Orso d'Oro al Festival di Berlino del 2004, film da non perdere. Per sfuggire alla famiglia musulmana, la ventenne Sibel (Sibel Kekilli) convince Cahit (Birol Unel) alcolizzato e cocainomane, a sposarla. I due si innamorano ma Cahit viene arrestato per un omicidio accidentale e Sibel si trasferisce a Istanbul. Akin ci mostra come la volontà di resistere, opporsi e spezzare le convenzioni sociali - e religiose - possa sfociare nell'autodistruzione. Il film è girato tra Amburgo e Istanbul a confermare che, attraverso le vicende della coppia, quel che più interessa Akin - anche sceneggiatore - sia indagare i legami profondi che uniscono i turchi emigrati - o anche nati - in Germania, alla propria terra d'origine. Prova straordinaria dei due attori protagonisti.

Gli altri film
L'uomo in più di Paolo Sorrentino (Iris, 17.25)
The Bourne Identity di Doug Liman (Iris, 21.00)
Il giorno della vendetta di John Sturges (Rai Movie, 21.15)
Hair di Milos Forman (Rai Movie, 22.55)


Martedì 31 marzo

Il film del giorno
Il Padrino di Francis Ford Coppola (Iris, 21.00)

padrino

Come se ci fosse qualcosa da aggiungere. Non c'è. Film cult divenuto culto - vero e proprio - di pubblico e critica, pluripremiato, tre ore spese bene e da rispendere ancora. Vale semmai la pena citare un articolo del '72 (anno di uscita del film) di un suo illustre detrattore: "In realtà, è quasi impossibile mettere in scena un italiano senza essere pittoreschi o commoventi. Solo gli irlandesi sono più patetici degli italiani, coi loro preti e la pesca al salmone: ma sono monotoni, pochi e come delinquenti mi sembrano modesti. L'idea dell'italiano nei film americani è semplice come una ricetta contadina: l'italiano è generoso, violento, criminale e amante della famiglia. [...] Un padre di famiglia sadico assassino ci pare insieme ovvio e tendenzioso, una miscela che intiepidisce il criminale ed esalta indebitamente il padre, sviando l'uno o l'altro dai loro compiti naturali. Si tratta di una confusione professionale prima che morale, ed è l'ultima e conclusiva ragione per cui non andrò a vedere Il Padrino. ("Il Padrino", tratto da "Lunario dell'orfano sannita" di Giorgio Manganelli).

Gli altri film
Zoolander di Ben Stiller (Rai Movie, 18.00)
Sacro e profano di John Sturges (Italia7 Gold, 21:10)
Il villaggio di cartone di Ermanno Olmi (Rai 5, 21.15)
Voglia di tenerezza di James L. Brooks (Rai Movie, 21.15)
Il rapporto Pelican di Alan J. Pakula (Rete 4, 21.15)
Bread & Roses di Ken Loach (LaEffe, 23.15)
La sposa turca di Fatih Akin (LaEffe, 1.15)


Mercoledì 1 aprile

Il film del giorno
American History X di Tony Kaye (Rete 4, 23.50)

historyx

Esordio alla regia di Kaye, autore di"Detachment  - Il distacco" del 2011. Derek (Edward Norton) è uno skinhead neonazista che la prigione brutalmente "riumanizza". La ragione che spinge il protagonista a un profondo esame di coscienza è la notizia che il fratello (Edward Furlong) sta seguendo il suo esempio. Film che divide il presente a colori, dai flashback in bianco e nero. L'esperienza carceraria è forse eccessivamente didascalica, ma nell'insieme il film colpisce senza filtri e buonismi. La piaga sociale dipinta da Faye spaventa per la follia del suo perpetuarsi, nel tempo, ogni volta con nuove basi d'odio. L'interpretazione di Norton, esaltata e poi quasi dimessa, gli valse la candidatura all'Oscar, ma forse ancor più notevole è la prova di Furlong.

Gli altri film
Femme Fatale di Brian De Palma (Iris, 21.00)
The Missing di Ron Howard (La7, 21.10)
Inside Man di Spike Lee (Rete 4, 21.15)
Whore's Glory di Michael Glawogger (Cielo, 22.45)
Young Detective Dee: Il risveglio del drago marino di Tsui Hark (Rai 4, 23.00)


Giovedì 2 aprile

Il film del giorno
Highlander - L'ultimo immortale
 di Russell Mulcahy (Mediaset Italia 2, 21.00)

highland

Uscito nel bel mezzo degli anni Ottanta  e girato da un regista proveniente dalla videomusic britannica, "Highlander" non poteva che essere un fantasy "sui generis": stravagante e pop, metropolitano e celtico, chitarre e spade. Il film è visivamente attraente e suggestivo e si lascia perdonare una certa vaghezza nella narrazione. La scena oscilla tra la New York contemporanea e la Scozia del Cinquecento da cui proviene il protagonista (Christopher Lambert) le gesta del quale sono eroicizzate dalle musiche dei "Queen" (7 i pezzi citati nel film)e rese infine immortali grazie anche - e soprattutto - a Sir Sean Connery.

Gli altri film
Excalibur di John Boorman (Italia7 Gold, 21:10)
Scoprendo Forrester  di Gus Van Sant (LaEffe, 21.00)
Terminator di James Cameron (Rai 4, 0.30)
Ricky - Una storia d'amore e libertà di Francois Ozon (Rai Movie, 1.50)  
Lady Vanished - La signora scompare di Alfred Hitchcock (Rai 1, 2.35)


Venerdì 3 aprile

Il film del giorno
Omicidio in diretta di Brian De Palma (Rai 5, 21.15)

omicidio

Non il miglior film di De Palma, ma tecnicamente memorabile per il piano sequenza in apertura, di dodici minuti (con stacchi poi cancellati grazie al digitale) nonché per l'altro piano sequenza che conclude il film stringendo su un particolare. Il film è più ricco di virtuosismi che di sostanza: movimenti di macchina complicati, inquadrature vertiginose, alternanza di piani, split-screen e infine un'interpretazione sovraccarica di Nicholas Cage. Il giallo/thriller che si consuma ha un'importanza relativa: è più un film da osservare che da seguire.

Gli altri film
Liam di Stephen Frears (LaEffe, 21.00)
Fuga da Absolom di Martin Campbell (Iris, 21.00)
Leonard Cohen: I'm Your Man di Lian Lunson (Rai 5, 21:15)
Il pistolero di Dio di Lee H. Katzin (Italia7 Gold, 22:50)
La sposa turca di Fatih Akin (LaEffe, 22.50)
Highlander - L'ultimo immortale di Russell Mulcahy (Rete 4, 0.05)


Sabato 4 aprile

Il film del giorno
Johnny Stecchino di Roberto Benigni (Iris, 21.00)

stecchino

Può un conducente di pulmini per disabili esser scambiato per un mafioso latitante? Come no, certo che può. Basta cambiare costume e aggiungere un tocco, ma proprio un tocco, di trucco. E uno stuzzicadenti. Commedia assurda e divertente - scritta da Benigni insieme a Vincenzo Cerami - giocata tutta sullo scambio di identità, su doppi significati, equivoci e rimandi (per esempio ai fratelli Marx e a Totò). A cominciare dalla citazione compresa nel titolo che si rifà a "Charlie Stecchino", personaggio che compare brevemente all'indizio di "A qualcuno piace caldo".

Gli altri film
Johnny Stecchino
 di Roberto Benigni (Iris, 21:00)
Nightmare 2 - La rivincita di Jack Sholder (Mediaset Italia 2, 21.10)
Scoprendo Forrester
di Gus Van Sant (LaEffe, 22.00)
Scusate il ritardo
 di Massimo Troisi (Iris, 22.50)
I giustizieri del West
 di Kirk Douglas (Rai Movie, 23.55)