I giorni del superomismo perdente

del 03/06/2013

Una nuova settimana si affaccia sul palinsensto televisivo, in chiaro e a pagamento, e pare essere dedicata alla figura del loser. Tra lo squallore di provincia e notturni metropolitani, si muovono antieroi cui è preclusa la redenzione, ma scivolano verso il fallimento. Perdenti dal cuore tenero e spietati criminali figli di una realtà minore saranno chiamati a farci compagnia. Non resta che accendere la tv.

 cosmopolis


Lunedì 3 Giugno

A conferma della nomea di giorno ignobile che il lunedì si porta dietro come una pesante zavorra interviene il palinsesto televisivo che, invero, propone poco, soprattutto sul digitale terrestre. Meglio, se si può, rivolgersi a Sky che propone Cosmopolis (21.00, Sky Cinema Cult), adattamento del libro di Don DeLillo che è rilettura mimetica filtrata dall'universo cronenberghiano.  Un giorno nella vita e nella limousine di Eric Parker come un lento discendere in abissi di violenza, profluvi di parole e pulsioni primordiali - sullo specchietto retrovisore la specularità di "A Dangerous Method".
Chi, invece, preferisce la più rilassante pratica del ridere di gusto, può indirizzare il telecomando su Susanna! (21.15, Studio Universal). Due attori in spolvero, Cary Grant e Katherine Hepburn, al servizio di una screwball comedy ormai classico hollywoodiano. Howard Hawks, genio eclettico nella storia del cinema, li dirige e confeziona una commedia dinamica dibattuta sugli equivoci e la veterana guerra tra sessi.
In alternativa: Ip Man (21.10, Rai 4).
Di notte, sempre di azione si tratta e finanche insufflata di pretese horror: Dal tramonto all'alba (1.10, Rai 4). Sembra lo scherzo di due amici irriverenti (Tarantino&Rodriguez), eppure è un film. In un gioco di collegamenti ipertestuali, tra serie b e serie z, predilezioni vampiresche e ammiccamenti alla blaxploitation, sferzanti demenzialità e vertici splatter.

Martedì 4 Giugno

Ben più ricco il bottino televisivo del martedì che enumera una serie di perle. A cominciare da Point Break (21.10, Rai 4) della regista più testosteronica d'America, Kathryn Bigelow, che nel 91 fa capolino con una banda di surfisti dediti alle rapine, in un crescendo adrenalinico che punta tutto sull'ambiguità. Un esordio, quello dei fratelli Coen, che con Blood Simple - Sangue facile (21.10, Class Tv) firmano un'opera programmatica della personale poetica che di là a venire li renderà riconoscibili. Una galleria di antieroi si muove nella provincia americana verso un destino beffardo. E tutto si tinge di noir.
In alternativa: I gatti persiani (21.15, Rai 5), Le ricamatrici (21.10 la7d). Interviene sempre la commedia a stemperare gli animi: E io mi gioco la bambina (0.10, Iris), un divertissement affidato al caratterista Walter Matthau nei panni di un allibratore che si ritrova in pegno una bambina. Del 1980, ma sembra provenire dall'età dell'oro hollywoodiana, un delizioso lasciapassare per una seconda serata votata alla serenità.
In alternativa: La talpa (22.55, Sky Cinema Cult), La spina del diavolo (23.05, Rai Movie).


Mercoledì 5 Giugno

La prima serata del mercoledì ci introduce nella vita di Truman, e del suo "grande fratello" quotidiano: The Truman Show (21.10, Rai 4). Un film orwelliano, radicato nella contemporaneità, e nonostante tutto, poetico. Jim Carrey con Ed Harris sono i perfetti interpreti della corruzione mistificatoria di questa realtà, in bilico tra commedia e dramma, verità e finzione.
Per chi preferisce un tuffo nella nostra storia, Cronache di poveri amanti (21.10, Tv 2000), adattamento a firma di Carlo Lizzani del romanzo di Vasco Pratolini, emblema antifascista. Siamo nel 1954, il ricordo del Ventennio è vernice fresca e il regista toscano sente l'esigenza di inquadrare una Resistenza neorealista. Con qualche melodrammismo.
In alternativa: Paradiso amaro (21.00, Sky Cinema) L'esercito delle 12 scimmie (21.05, Iris).
Torniamo all'azione grazie a John Woo che, di nuovo in terra cinese, imbastisce un'opera epica: La battaglia dei tre regni (Premium Cinema, 23.15). Un racconto eroico, di grande impatto visivo e pregnanza storica in cui la guerra è battaglia, ma non solo. Accantonata la parentesi hollywoodiana, il regista si dedica a quello che più gli si confà.
In alternativa: Boys Don't Cry (22.50, Sky Cinema), I falchi della notte (22.55, Rai Movie), I figli degli uomini (23.25, Iris).


Giovedì 6 Giugno

La settimana televisiva, prima di affacciarsi verso il week end, dedica la prima serata all'epica sportiva con Fuga per la vittoria (21.05, Iris). Un campo di concentramento che si veste a campo da calcio dà la possibilità di riflettere di storia quanto di sussurrare agli appassionati di calcio, e a John Huston di comporre il suo trionfale canto di libertario.
In alternativa: Matrix Revolution (21.10, Mediaset Italia 2).
La seconda serata ci trascina tra le atmosfere metropolitane di Distretto 13: Le brigate della morte (23.10, Rai Movie). Una piccola stazione di polizia viene messa sotto assedio da una banda di criminali: è il fulcro di una storia su cui John Carpenter, attraverso un budget risicato, pone tutta la sua crudezza espressiva invischiata di squallore e ineluttabilità, con la violenza che tutto permea e un tenente eroicamente hawksiano.
Sky propone, invece, una seconda serata evocativa con Cave of Forgotten Dreams (23.00, Sky Arte): un bellissimo documentario girato da Werner Herzog sulle pitture rupestri scoperte nel 1994 a Vallon-Pont d'Arc, nel sud della Francia. Un raffinato espediente, tra immagini suggestive, per riflettere sull'uomo, dalle sue ancestrali manifestazioni.
In alternativa: Jude (23.10, Class Tv), Il rapporto Pelican (23.20, Rete 4), Via col vento (23.25, Sky Cinema Classics), Il cattivo tenente (0.05, Rai 4).


Venerdì 7 giugno

Per un venerdì sera salottiero e gratificante niente di meglio che l'opera seconda - Take Shelter (21.00, Rai 4) - di un cineasta che promette sempre meglio, Jeff Nichols. La classica e serena vita famigliare di Curtis, il protagonista, si avviluppa intorno a una spirale di incubi e paure apocalittiche. Penetrante ed asciutta, una pellicola che disvela l'America contemporanea, sempre meno superomistica.
La notte losangelina, un taxista e un killer di professione, perdenti d'intenti speculari: è Collateral (22.55, Sky Cinema). Tom Cruise un sicario canuto e spietato, Jamie Foxx l'onesto cittadino coinvolto in una situazione più grande di lui che metterebbe in discussione il più rigido dei codici civici; sono diretti dalla visionarietà di Michael Mann che tende ritmo e montaggio come una corda di violino.
Per i nottambuli: Hardcore (1.00, Rai Movie), Ascensore per il patibolo (1.45, Rai Due), Il commissario Pellissier (2.20, Rete 4).


Sabato 8 Giugno

Il sabato non è certo la serata ideale da passare in compagnia del digitale terrestre, perciò meglio puntare su Sky che ci indirizza su Il principe e la ballerina (21.00, Sky Cinema Classics). Una storia d'amore imprevista tra un nobile e una ballerina, dapprima ritrosa, è l'occasione per mettere l'uno di fianco all'altra due figure iconiche della storia del cinema, e altrettanto diverse, Laurence Olivier e Marilyn Monroe.
In alternativa: Le avventure di Tintin - Il segreto dell'unicorno (21.00, Sky 3D).
In seconda serata l‘eastwoodiano Un mondo perfetto (23.25, Rete 4), declinazione ulteriore di un perdente/i e di assenze, che sono quelle dei padri e dell'America orfana (è il 1963, a Dallas, poco prima dell'omicidio del presidente Kennedy). Un dramma intimista dall'amara accezione universalizzante, come piace a Clint. Il suo mondo (im)perfetto.
In alternativa: 21 Grammi (23.00, La7).


Domenica 9 Giugno

La settimana volge al suo epilogo consumando l'ultimo fuoco d'artificio affidato al palinsesto Rai che in prima serata propone il controverso The Tree of Life (21.05, Rai 3). Opera omnia e complessa, sfuggente e divisiva, è il progetto più ambizioso di Terrence Malick, che mette in - spettacolari - immagini il mistero della vita. Si ama con slancio fideistico o si odia con esasperante razionalismo.
In alternativa: Ritratto di signora (21.00, LA7d).
Si affida a tutt'altro genere chi sceglie di trascorrere la prima serata domenicale in compagnia dell'intramontabile Bruno Cortona: Il sorpasso (21.00, Sky Cinema Classics), pellicola epigone della commedia all'italiana, realizzata dal suo maestro, Dino Risi. Vittorio Gassman e Jean Luis Trintignant schiudono vizi e virtù dell'italiano del tempo e dell'Italia degli anni 60, in una afosa giornata d'Agosto.
In alternativa: Nightmare Before Christmas (21.00, Sky 3D).
In seconda serata Ultimo tango a Parigi (22.40, La7d), la storia di amore e carnalità tra Paul e Jeanne, sullo sfondo di una luminosa Parigi fotografata da Vittorio Storaro. Chiosa ribelle su un'epoca e sulle convezioni bolse della borghesia cui si contrappongono due amanti e il sesso vissuto alla massima ferinità espressiva.