Nel cinema delle creature inquiete

del 10/05/2014

La nuova settimana televisiva si preannuncia ricca di emozioni e adrenalina. Sarà per la presenza di cineasti orientali di genere (Nakata, Hark, Bong Joon-ho, Miike) o di gente come Cronenberg e De Palma: i personaggi inquieti che incontreremo sono protagonisti di ossessioni e incubi per stomaci forti. Non mancherà lo spazio per la fiaba di Peter Pan, per il lirismo di Spielberg e le creature selvagge di Cameron e Jonze. 

nel_paese_delle_creature_selvagge_600 
Domenica 11 maggio

Omicidio a luci rosse di Brian De Palma (21.10, La7). Secondo noi è la Pietra Miliare di De Palma, film del 1984 che rappresenta una delle prove di massimo virtuosismo del regista americano. Palese tributo a "La finestra sul cortile" tra ironia ed erotismo.

Seven Swords
di Tsui Hark (21.10, Iris). Nel 2005 aprì la Mostra del Cinema di Venezia, per volere dell'allora presidente Muller, da sempre vicino al cinema orientale. Spettacolare viaggio nel Medioevo cinese tra combattimenti e crudeltà. Il risultato è un po' al di sotto delle aspettative, ma merita una menzione.

Fine di una storia di Neil Jordan (21.15, Rai Movie). Melodramma durante la Seconda Guerra Mondiale, tratto da un'opera di Graham Green. Cast di alto livello: Ralph Fiennes, Julianne Moore.

Shame di Steve Mc Queen (22.50, La Effe). Prima di vincere l'Oscar, Steve Mc Queen si fece conoscere a Venezia nel 2011 con quest'opera ipnotica dove la dipendenza dal piacere consuma il corpo di Fassbender in vuoti atti sessuali, lasciando il protagonista sempre più solo.

Per i fan di Takeshi Kitano:
Outrage Beyond (1.10, Rai 3)
Outrage (3.00, Rai 3)


Lunedì 12 maggio

Lo specchio della vita di Douglas Sirk (9.40, Iris). Si tratta di uno dei grandi capolavori del genio mitteleuropeo, trapiantato ad Hollywood. Dietro al perbenismo e all'ineccepibile forma trasudano tensioni sociali. Il genere melò non ha mai più raggiunto così alti livelli.

13 Assassini di Takashi Miike (21.10, Rai 4). Takashi Miike si misura con il genere storico: siamo nel Medioevo del Sol Levante e si profila una sanguinosa imboscata ai danni di un perfido feudatario. Il tocco di Miike è innegabile.

Liam di Stephen Frears (21.10, La Effe). La difficile infanzia del piccolo Liam, raccontata con toni dickensiani da Frears.

Shinjuku Triad Society di Takashi Miike (1.05, Rai 3). Ancora Takashi Miike, qui nel suo genere. È il primo capitolo della trilogia della "Black Society".

Mother di Bong Joon-ho (1.05, Rai 4). Prima di sfrecciare lungo i gelidi binari con il treno di "Snowpiercer", il regista coreano ha ragionato con questo film su cosa voglia rappresentare un legame di sangue e quali responsabilità ne possano derivare.


Martedì 13 maggio

Bianco e nero di Cristina Comencini (21.10, Rai Movie). Primo film italiano della settimana. In realtà il film tenta di raccontare l'Italia multietnica di oggi, però scivola sovente in luoghi comuni assai noti senza dire nulla di nuovo.

La felicità porta fortuna di Mike Leigh (21.15, Rai 5). Sally Hawkins interpreta un'anima candida che guarda il mondo con grande ottimismo. Un film spesso sopra le righe, però con un bel concetto di fondo: il bicchiere è sempre mezzo pieno.

Pollo alle prugne di Vincent Paronnaud, Marjane Satrapi (23.30, La Effe). Questa volta è la favola che ci introduce nell'Iran di fine anni 50. I toni sono leggeri, a volte un po' troppo.


Mercoledì 14 maggio

Ovosodo di Paolo Virzì (15.55, Iris). Uno dei film più rappresentativi del cinema di Virzì. Ovosodo è il quartiere di Livorno dove si svolge la crescita di Piero che si renderà conto come nella vita i sogni rimangano sempre tali.

Nel paese delle creature selvagge di Spike Jonze (21.00, Iris). Come è possibile portare sullo schermo il racconto illustrato di Maurice Sendak? Il regista americano ci riuscì nel 2009 con un film libero e personale. Da vedere assolutamente.

L'impero del sole di Steven Spielberg (22.50, Iris). Si tratta dello Spielberg che non ti aspetti, lontano dai bagliori delle astronavi. Qui è la Storia dei lager giapponesi e di ben altri bagliori, quelli della bomba atomica. Tutto visto con gli occhi dell'undicenne Jim: lo stupore infantile, il gioco e poi i carrelli laterali e dolly mozzafiato. Spielberg allo stato puro. Da vedere.

Tirannosauro di Paddy Considine (23.15, Rai Movie). Premio alla regia e agli interpreti al Sundace 2011. Film passato sotto silenzio in Italia. Da recuperare per l'incredibile prova di Peter Mullan.


Giovedì 15 maggio

Appaloosa di Ed Harris (21.05, Rai 3). Il genere western non muore mai. Questo film è la prova: Ed Harris dirige nel West di fine Ottocento una storia classica con risvolti inaspettati, uscendo fuori da molti topoi del genere.

Before Sunset di Richard Linklater (21.10, Mtv). Il talentuoso Linklater ci aveva lasciati a Vienna, dieci anni prima, con speranze romantiche. Per Jesse e Celine è il momento di fare i conti con la disillusione e la realtà della vita.

Wolf Creek di Greg McLean (23.50, Rai Movie). Il terrore arriva dall'Outback nei panni di un placido (all'apparenza) ranger. Ispirato ad eventi reali, il film è un perfetto esemplare di horror puro.


Venerdì 16 maggio

Avatar di James Cameron (21.10, Canale 5). Pandora è il nome di un lontano satellite, ricco di risorse e preda di fameliche compagnie interplanetarie. Bisognerà infiltrarsi nella popolazione autoctona con degli "avatar". Inno alla natura e alla vita primitiva: il significato è il ritorno ad essa come stadio più puro della condizione umana. Ennesima scommessa, vinta, di Cameron. Al cinema però è tutta un'altra cosa.

Existenz di David Cronenberg (21.10, Rai 4). In attesa del prossimo "Maps To The Stars", il film di stasera è un viaggio allucinato in un gioco che entra fin nel sistema nervoso. Il corpo e l'illusione della realtà: due temi centrali della poetica di Cronenberg, qui trovano conferma.

Ringu - The Ring di Hideo Nakata (23.20, Rai 4). Questo film conferma l'abilità di gestire la paura da parte del cinema giapponese. È diventato un classico del genere, con un remake americano.


Sabato 17 maggio

Neverland di Marc Forster (17.45, Rai Movie). Presentato a Venezia nel 2004, il film rievoca l'inventiva di James Barrie alle prese con una famiglia segnata da un grave lutto. Sarà da ispirazione per il mondo di Peter Pan. Film per famiglie, godibile.

Sin City di Robert Rodriguez (22.40, Italia 1). Dai fumetti di Frank Miller, una trasposizione fedele e minuziosa. Un cast stellare fotografato in un bianco e nero di grande effetto.

Riunione di famiglia di Thomas Vinterberg (3.55, Rai Movie). Dopo dieci anni dalla "festa di famiglia", Vinterberg torna ad indagare sui drammi di famiglia abbandonando il Dogma. Da recuperare il più lisergico "Festen".