Solo in estate: classico e moderno insieme

del 21/07/2013

Sogno di sette notti di mezza estate in compagnia di Rossellini, Zinnemann, Mann, Almodòvar. Senza farsi scappare alcune fresche prime TV, giusto per mitigare i bollori della stagione.


unascenadelfilmscarfacelosfregiato47579_600


Lunedì 22 luglio
La settimana parte bene. Si incomincia la mattina sul presto con Scarface (9.30, Rai Movie) di Howard Hawks dove viene raccontata l'ascesa nel crimine di Tony Camonte nella Chicago degli anni 20, ispirato ad Al Capone. In prima serata invece troviamo un super classico del cinema western Mezzogiorno di fuoco (21.15, Rai Movie). Qui un Gary Cooper bravo come non mai (il film gli valse l'Oscar) incarna uno sceriffo modello di virtù e coraggio che non scapperà all'epico duello finale, ripreso e parodiato da tanti film successivamente. Attenzione, il film di Zinnemann si segnala anche come potente metafora del clima di codardia del maccartismo. Crossing Over (21.05, Rai Tre) affronta il tema dell'immigrazione clandestina con un racconto corale. Bello il personaggio interpretato da Harrison Ford, agente di polizia tormentato dalla storia di una ragazza messicana. In alternativa, preparate i fazzoletti con Goodbye, Mr Holland (21.10, La 7): un Richard Dreyfuss in stato di grazia interpreta un compositore che sacrificherà il suo talento a causa di un figlio malato e a scelte sbagliate. Per i nostalgici del Sylvester Stallone dei tempi d'oro Tango & Cash (21.10, Rete 4) offre un paio d'ore di divertimento anni '80. Subito dopo Richard Gere e Kim Basinger in un torbido thriller, Analisi finale (23.30, Rete 4). Sempre in seconda serata Questa notte è ancora nostra (23.15, Italia 1): non è più notte prima degli esami, qui Nicolas Vaporidis è alle prese con un innamoramento interculturale. Sarà una ragazza cinese a fargli perdere la testa.


Martedì 23 luglio
Programmate i vostri videoregistratori, oggi si annuncia una giornata fitta di accavallamenti negli stessi orari. Dopo pranzo un classico degli anni '80, Tutto in una notte (14:05, Rai Movie): un John Landis in gran forma ci regala l'avventura metropolitana di Jeff Goldblum alle prese con killer e inseguimenti. Non è solo commedia, si passa al grottesco e all'horror con estrema naturalezza. All'ora della merenda segnaliamo il delicato Il pranzo di Babette (16.00, Rai Movie), premio Oscar come miglior film straniero. La prima serata se la contendono Il giardino dei limoni (21.15, Rai 5), un bel film israeliano del 2008 di Eran Riklis che dopo "La sposa siriana" affronta il conflitto tra Israele e Palestina dall'insolito punto di vista di una donna che difende il proprio terreno pieno di limoni, e Coco Chanel- L'amore prima del mito (21.10, Rete4), la vera storia di Coco Chanel interpretata con piglio lezioso da Audrey Tautou. In seconda serata uno dei migliori Almodòvar degli ultimi anni, Volver (23.30, Rete 4). Penelope Cruz interpreta Raimunda, vedova prematura che cerca di recuperare il rapporto con la madre. Intensa la scena di lei che canta la canzone che dà il titolo.


Mercoledì 24 luglio

La giornata si apre all'insegna della leggerezza con Vedo nudo (11.55, Rai Movie) film ad episodi del 1969, uno degli ultimi esempi della buona e vecchia commedia all'italiana. Qui però non raggiunge le vette dei tempi d'oro, pur segnalando la firma alla sceneggiatura di Dino Risi. Il film merita di esser visto per ammirare la bravura di Nino Manfredi, attore troppe volte sottovalutato e da riscoprire. In prima serata un classico di Ettore Scola La famiglia (21.05, Rai Tre). E' la storia di una famiglia della media borghesia romana dal 1906 al 1986 attraverso i ricordi del capofamiglia Carlo, tutto ambientato in un appartamento. Per chi ha amato "La meglio gioventù" di Marco Tullio Giordana, una saga di famiglia con un cast generazionale: Vittorio Gassman, Stefania Sandrelli, Massimo Dapporto e Fanny Ardant. Per i pochi che non l'avessero ancora visto, Harry, ti presento Sally (21.15, Rai Movie). La scena di Billy Crystal e Meg Ryan al ristorante è da antologia e ruba una risata ancora adesso.


Giovedì 25 luglio
Con in mano la tazza del caffè e nell'altra il telecomando, accendete la TV e immergetevi nella rievocazione della vita e i film di Charlie Chaplin con Charlot (9:30, Rai Movie) di Richard Attenborough. Robert Downey jr. interpreta con passione il grande genio e questo gli permise di guadagnarsi la nomination agli Oscar. Da segnalare Geraldine Chaplin che interpreta sua nonna. Nella stessa giornata ci imbattiamo in Il Generale della Rovere (13.50, Rai Movie) di Roberto Rossellini con Vittorio De Sica: da un romanzo di Indro Montanelli il film vinse il Leone d'Oro a Venezia nel 1959.  Ambientato nel carcere di San Vittore a Milano, è l'immedesimazione in un generale fascista da parte di un semplice ufficiale che arriverà fino all'estrema conseguenza. Rocky II (21.10, Italia 1) ci mostra un Rocky ormai sposato con Adriana e con un figlioletto al seguito. Michelle Pfeiffer interpreta la cortigiana Lea in Chèri (21.15, Rai Movie) tratto da un paio di racconti di Colette, qui Stephen Frears tenta invano di ritrovare le atmosfere di "Le relazioni pericolose".


Venerdì 26 luglio

Catastrofico, avventura e demenziale: sono questi i generi di questa giornata. Si parte al pomeriggio con il paradigma dei film catastrofici Terremoto (16.00, Rete 4) con un cast di vecchie glorie da Charlton Heston ad Ava Gadner. The Interpreter (21.15, Rai Movie) apre la prima serata. Fu l'ultimo film di Sydney Pollack, un'intricata spy story all'ombra del Palazzo di vetro dell'ONU. In seconda serata Land Of The Lost (23.15, Italia 1) offre una parodia del genere avventura-fantasy con Will Ferrell.


Sabato 27 luglio
Lantana (13:00, Iris) fu una rivelazione del cinema australiano nel 2001. La storia della scomparsa di una psicologa s'intreccia con le tormentate vicende di altre persone che la conoscevano, film corale con atmosfere alla Altman. Con Geoffrey Rush ed Anthony LaPaglia. In prima serata due film: il primo di Steven Soderbergh Erin Brockovich (21.11, Canale 5), tratto da una storia vera è la denuncia che una madre di tre bambini porta avanti contro una la Pacific and Gas Company accusata di aver contaminato le falde acquifere. Julia Roberts vinse un Oscar meritato, ma Albert Finney non è da meno. Il secondo film è Sognando Beckham (21.11, La7d). Con una Keira Knightley ancora in erba, il film ha per soggetto il calcio femminile e un divertente spaccato della società indiana trapiantata a Londra.


Domenica 28 Luglio
Per i fan di Justin Timberlake che vogliono ammirare il loro idolo in atmosfere cupe e insolite non possiamo che indicare Alpha Dog (13.31, Iris). Per gli amanti dei libri di Stephen King è imperdibile una delle migliori trasposizioni sul grande schermo dello scrittore americano, L'ultima eclissi (18.40, Iris) di Taylor Hackford con Kathy Bates che viene accusata di omicidio. Da qui un'indagine nella memoria della donna. Notevole l'uso della dissolvenza per rievocare il passato. A chiusura della settimana un classico degli anni '90, un poliziesco con due prime donne Robert De Niro nei panni del ladro e Al Pacino in quelli del poliziotto, Heat - La sfida (21.30, Rete 4) di Michael Mann. Non si tratta di un semplice film di genere ma di un importante noir dalle atmosfere sospese con un faccia a faccia in campo controcampo tra i due protagonisti che è entrato nelle antologie del cinema. In seconda serata un insolito Ozpetek in salsa mistica, Cuore Sacro (22.54, Iris). Il film però è tra le opere meno riuscite del regista italo turco. A riprova che il soprannaturale difficilmente si adatta alle atmosfere italiane.