24.03.2016

David di Donatello 2016: ecco le nomination

Sono state rese note le candidature al Premio David di Donatello 2016.
La cerimonia verrà trasmessa per la prima volta su Sky e si terrà lunedì 18 aprile 2016.

In pole position "Non essere cattivo" di Claudio Caligari, con ben sei nomination, mentre "Lo chiamavano Jeeg Robot", film-rivelazione del 2016, lo segue a ruota con cinque candidature nelle categorie principali.
Mattatore annunciato della manifestazione è Luca Marinelli, candidato anche come miglior attore protagonista per il primo e miglior attore non protagonista per il secondo.

Ecco le candidature nelle categorie principali della 60° edizione:

Miglior film

"Fuocoammare" di Gianfranco Rosi
"Il racconto dei racconti" di Matteo Garrone
"Non essere cattivo" di Claudio Caligari
"Perfetti sconosciuti" di Paolo Genovese
"Youth – La giovinezza" di Paolo Sorrentino

Miglior regia

Gianfranco Rosi per "Fuocoammare"
Matteo Garrone per "Il racconto dei racconti"
Claudio Caligari per "Non essere cattivo"
Paolo Genovese per "Perfetti sconosciuti"
Paolo Sorrentino per "Youth – La giovinezza"

Miglior Sceneggiatura

Edoardo Albinati, Ugo Chiti, Matteo Garrone, Massimo Gaudioso per il film "Il racconto dei racconti – Tale of Tales"
Nicola Guaglianone, Menotti per il film "Lo chiamavano Jeeg Robot"
Claudio Caligari, Giordano Meacci, Francesca Serafini per il film "Non essere cattivo"
Filippo Bologna, Paolo Costella, Paolo Genovese, Paola Mammini, Rolando Ravello per il film "Perfetti sconosciuti"
Paolo Sorrentino per il film "Youth – La giovinezza"

Miglior Attore Protagonista
Claudio Santamaria per il film "Lo chiamavano Jeeg Robot"
Alessandro Borghi per il film "Non essere cattivo"
Luca Marinelli per il film "Non essere cattivo"
Marco Giallini per il film "Perfetti sconosciuti"
Valerio Mastandrea per il film "Perfetti sconosciuti"

Miglior Attrice Protagonista

Àstrid Bergès Frisbey per il film "Alaska"
Paola Cortellesi per il film "Gli ultimi saranno ultimi"
Sabrina Ferilli per il film "Io e lei"
Juliette Binoche per il film "L’attesa"
Ilenia Pastorelli per il film "Lo chiamavano Jeeg Robot"
Valeria Golino per il film "Per amor vostro"
Anna Foglietta per il film "Perfetti sconosciuti"

Miglior Attore Non Protagonista

Valerio Binasco per il film "Alaska"
Fabrizio Bentivoglio per il film "Gli ultimi saranno ultimi"
Giuseppe Battiston per il film "La felicità è un sistema complesso"
Luca Marinelli per il film "Lo chiamavano Jeeg Robot"
Alessandro Borghi per il film "Suburra"

Miglior Attrice Non Protagonista

Piera Degli Esposti per il film "Assolo"
Antonia Truppo per il film "Lo chiamavano Jeeg Robot"
Elisabetta De Vito per il film "Non essere cattivo"
Sonia Bergamasco per il film "Quo vado?"
Claudia Cardinale per il film "Ultima fermata"

Miglior Film dell’Unione Europea

"45 anni" di Andrew Haigh (Teodora Film)
"Dio esiste e vive a Bruxelles" di Jaco Van Dormael (I Wonder Pictures )
"Il figlio di Saul" di Laszlo Nemes (Teodora Film)
"Perfect Day" di Fernando Leon De Aragona (Teodora Film)
"The Danish Girl" di Tom Hooper (Universal Pictures)

Miglior Film Straniero

"Carol" di Todd Haynes (Lucky Red)
"Il caso Spotlight" di Tom McCarthy (BIM)
"Il ponte delle Spie" di Steven Spielberg" (20th Century Fox )
"Inside Out" di Pete Docter e Ronnie Del Carmen (Walt Disney Pictures)
"Remember" di Atom Egoyan (BIM)

Miglior Documentario Lungometraggio

"Harry’s Bar" di Carlotta Cerquetti
"I bambini sanno" di Walter Veltroni
"Louisiana (The Other Side)" di Roberto Minervini
"Revelstoke. Un bacio nel vento" di Nicola Moruzzi
"S is for Stanley (Trentanni dietro al volante per Stanley Kubrick)" di di Alex Infascelli