15.01.2013

E' morto Nagisa Oshima

E’ scomparso all’età di 80 anni il grande regista giapponese Nagisa Oshima. Dopo aver scritto alcune sceneggiature, esordisce alla regia nel 1959 con “Il quartiere dell'amore e della speranza”. Ma la notorietà arriva l’anno seguente con “Racconto crudele della giovinezza”, manifesto del nuovo cinema giapponese. Nello stesso anno realizza anche Notte e nebbia del Giappone, importante film politico sulla crisi della sinistra. E’ del 1971 quel che da molti è considerato il suo capolavoro: “La Cerimonia”, bilancio della storia giapponese dal 1947 al 1971: complesso, ambizioso, angoscioso. Una tappa fondamentale nella storia del cinema nipponico. Oshima si affermò ad un pubblico più vasto grazie al celebre erotismo de “L’impero dei sensi” (1978) e a “Furyo” (1980), che vede nel cast David Bowie, Ryuichi Sakamoto e Takeshi Kitano. Il suo ultimo (e notevole) film risale al 1999: “Tabù – Gohatto”.