28.11.2013

I Cahiers du Cinéma e la loro Top 10 2013

Siamo a fine anno ed è già tempo di classifiche. L'immarcescibile rivista francese ha già scelto la sua top ten, vinta da "Lo sconosciuto del lago", uscito qualche mese fa anche in Italia. Sul podio anche Harmony Korine, l'enfant terrible del cinema indipendente, con "Spring Breakers", che, insieme a "Gravity" di Cuaron e al "Lincoln" di Spielberg, forma la pattuglia americana. Oltre alla pellicola di Guiradie, dall'ultimo festival di Cannes troviamo il vincitore della Palma d'Oro, "La vita di Adele", il cinese "Il tocco del peccato", il garreliano "La Jalousie", "Les Rencontres d'après minuite" e "La Bataille de Solferino". Una citazione (ottavo posto) anche per "Haewon et les hommes" di Hong Sang-soo, l'autore sud-coreano preferito dai Cahiers

1. L'inconnu du lac de Alain Guiraudie
2. Spring Breakers de Harmony Korine
3. La Vie d'Adèle d' Abdellatif Kechiche
4. Gravity d'Alfonso Cuaron
5. A Touch of Sin de Jia Zhang-ke
6. Lincoln de Steven Spielberg
7. La Jalousie de Philippe Garrel
8. Haewon et les hommes de Hong Sang-soo
9. Les Rencontres d'après minuit de Yann Gonzalez
10. La Bataille de Solferino de Justine Triet