20.06.2010

Nastri d’Argento 2010: i vincitori

Un vero trionfo per "Mine Vaganti" ai Nastri d'Argento 2010. Il film di Ferzan Ozpetek si aggiudica il premio come migliore commedia, Ennio Fantastichini si aggiudica il premio come migliore attore non protagonista ex aequo con Luca Zingaretti per "Il figlio più piccolo" e "La nostra vita". Lunetta Savino ed Elena Sofia Ricci, sempre dal film di Ozpetek, si aggiudicano il premio come migliori attrici non protagoniste. Un ex aequo anche per loro, con Isabella Ragonese, che ha preso parte a "La nostra vita" e "Due vite per caso". A "Mine Vaganti" va anche il premio alla fotografia e alla canzone "Sogno" composta da Patty Pravo.

Paolo Virzì invece si porta a casa il premio come regista del miglior film per "La prima cosa bella", per il quale Francesco Bruni e Francesco Piccolo si aggiudicano il premio per la migliore sceneggiatura. Micaela Ramazzotti e Stefania Sandrelli, invece, ricevono il premio come miglior attrice.

Elio Germano si ritrova con un altro ex aequo e se a Cannes divideva il premio con Javier Bardem, ai Nastri d'Argento se lo divide con Christian De Sica, premiato per il suo ruolo nel drammatico "Il figlio più piccolo" di Pupi Avati.

Nastro dell'Anno a "Baarìa" di Tornatore. Miglior film Europeo "Il concerto", mentre come Extra-Europo il nastro se l'è aggiudicato "Bastardi senza gloria".
Ex-aequo a grappolo, così che nessuno si possa lamentare.