10.12.2013

Oscar 2014: i favoriti secondo i bookmakers

Bookmakers scatenati in questa fase che precede le nomination agli Oscar che verranno ufficializzate il 16 gennaio 2014. Le previsioni riguardanti il miglior film vedono in testa l'epopea di "12 Years a Slave", diretto da Steve McQueen, seguito a ruota dal blockbuster "Gravity" di Alfonso Cuaron. Al terzo posto c'è "American Hustle" di David O. Russell, mentre al quarto e al quinto, molto distanziati, figurano "Captain Phillips – Attacco in mare aperto" e "Saving Mr. Banks", entrambi interpretati da Tom Hanks.

Le agenzie di scommesse mettono nella rosa del miglior attore protagonista al primo posto Chiwetel Ejiofor ("12 Years a Slave"), tallonato da Matthew McConaughey ("Dallas Buyers Club") ma entrambi se la dovrebbero vedere con Robert Redford, che regge da solo "All Is Lost". Distanziati risultano essere Forest Whitaker ("The Butler – Un maggiordomo alla Casa Bianca") e Leonardo DiCaprio ("The Wolf of Wall Street"). Michael Fassbender è il favorito per la statuetta come miglior attore non protagonista per "12 Years a Slave", seguito da Jared Leto per  il ruolo del transessuale in "Dallas Buyers Club", Daniel Bruhl per quello di Niki Lauda in "Rush" e Javier Bardem per la performance in "The Counselor – Il procuratore" firmato da Ridley Scott.

A contendersi la stuatetta per la migliore attrice protagonista dovremmo trovare Sandra Bullock, per il ruolo dell’astronauta persa nello spazio in "Gravity" e Cate Blanchett, protagonista del nuovo film di Woody Allen "Blue Jasmine". Sul fronte della migliore attrice non protagonista spunta il nome di Oprah Winfrey per il ruolo di Gloria, moglie del maggiordomo Cecil Gaines in "The Butler – Un maggiordomo alla Casa Bianca", seguita dall'attrice keniota Lupita Nyong'o ("12 Years a Slave") e, a debita distanza, dalla veterana Meryl Streep ("August: Osage County")

I boomakers sono sicuri che a contendersi il premio per il miglior regista saranno il messicano Alfonso Cuaron ("Gravity") e il britannico Steve McQueen ("12 Years a Slave"), stracciando la concorrenza di altri registi come Lee Daniels ("The Butler"), Martin Scorsese ("The Wolf of Wall Street") e anche Woody Allen ("Blue Jasmine"). Presto sapremo se le previsioni verranno sfatate o confermate!