20.07.2012

Strage alla prima dell'ultimo Batman

DENVER - Strage alla prima di mezzanotte dell'ultimo episodio della saga di Batman in un cinema alla periferia di Denver, in Colorado. Un uomo con il volto celato da un maschera antigas simile a quella indossata dal cattivo del film, forse con l'ausilio di un compilce, ha aperto il fuoco sugli spettatori. Il bilancio provvisorio parla di almeno 14 vittime (10 sul posto e 4 dopo il ricovero al pronto soccorso), tra le quali probabilmente diversi bambini, e 50 feriti, alcuni dei quali gravi.

La strage è avvenuta al Century 16 Movie Theaters, nel centro commerciale di Aurora, alla periferia della città, a circa 15-20 minuti dall'inizio della proiezione della prima del film "The Dark Knight Rises", l'ultimo episodio della serie dedicata a Batman.

Secondo alcune testimonianze, l'autore della strage subito dopo aver scatenato l'inferno avrebbe lanciato alcuni candelotti lacrimogeni. "La gente all'inizio pensava che gli spari fossero parte del film", ha raccontato una sopravvissuta. Alcuni proiettili avrebbero anche passato le pareti, finendo in una sala attigua. Secondo la stampa locale, che cita fonti sanitarie, l'ospedale Swedish Medical Center sarebbe stato immediatamente allertato per il possibile arrivo di almeno 20 persone bisognose di cure. Molti feriti sono stati caricati sulle auto della polizia, senza attendere l'arrivo delle autoambulanze.

Una persona è stata fermata, ma le forze di sicurezza continuano a dare la caccia a un probabile complice. L'uomo è stato scoperto armato di mitra e pistola all'esterno del centro commerciale, mentre aveva altre armi nella sua automobile. Il fermato ha rivelato che alcuni esplosivi sarebbero stati piazzati all'interno del cinema e in un appartamento, ma la polizia non ha divulgato l'indirizzo per non scatenare il panico.

Sul posto sono state fatte arrivare delle squadre di artificieri per verificare il racconto della persona arrestata e stanno ora bonificando il centro comerciale e il parcheggio.
(repubblica.it)