Speciale 2020 - Le segnalazioni dei redattori di Ondacinema | Speciali

Ondacinema

In un anno funestato dalla pandemia e dalla chiusura dei cinema, la redazione di Ondacinema non demorde e tira le somme degli ultimi dodici mesi. Sicuramente meno varietà di scelta rispetto al passato, ma non per questo mancano le cose belle che meritano di essere segnalate. Eccole!

Un anno come il 2020 non si può congedare allo stesso modo dei suoi predecessori. Con quasi sei mesi di sale chiuse, con la distribuzione rivoluzionata e migrata (per stato di necessità, non solo per scelte strategiche) sulle piattaforme streaming, con decine e decine di titoli rinviati al 2021, con i festival più importanti decimati o del tutto cancellati, con tutto questo, appunto, arrivare agli speciali di fine anno come se niente fosse è parso alla nostra redazione praticamente impossibile. Ma la classifica dei migliori film è un appuntamento troppo importante e il fatto che, fin dal 2008, rimanga saldamente il contenuto più letto del sito sta lì a dimostrarlo. Come fare, dunque, per conciliare tradizione e novità, consuetudine e attualità? Abbiamo proceduto a modificare qualche aspetto del nostro solito lavoro di riepilogo.
Abbiamo deciso di confermare la nostra classifica con alcuni accorgimenti che vi illustreremo al momento della pubblicazione, che avverrà come sempre il giorno dell'epifania. Questo che segue, invece, va a sostituire lo "speciale premi", che ogni anno proclamava i migliori in ogni campo, secondo i voti dei redattori di Ondacinema. Certo, avremmo potuto scegliere un regista, un attore, un'attrice, uno sceneggiatore e così via, i nomi meritevoli non sono comunque mancati. Il punto è che sarebbero state scelte prive di concorrenza o quasi, scelte obbligate o comunque scontate di un anno senza abbondanza di titoli in competizione. Abbiamo optato, dunque, per uno speciale che si limiti a fare delle segnalazioni individuali: ogni critico che scrive per la webzine, oltre a contribuire con la sua top ten dei film ad eleggere il miglior film dell'anno, ha avuto la possibilità di menzionare altre opere meritevoli, che troverete qui di seguito. Oltre a questi film alcuni di loro hanno anche scelto di inserire ulteriori riconoscimenti, individuali e non, per sottolineare il meglio di questa drammatica annata. Buona lettura.

ps. Giova ricordarlo nuovamente: qui non troverete le classifiche individuali dal primo al decimo posto, che, come sempre, sono confluite nello speciale finale dei migliori film del 2020.



CLAUDIO FABRETTI

Segnalazioni:
Doppio sospetto (Olivier Masset-Depasse)
L’uomo invisibile (Leigh Whannell)
Roubaix, una luce (Arnaud Desplechine)
Buio (Emanuela Rossi)
Piccole donne (Greta Gerwig)
The Lighthouse (Robert Eggers)
La ragazza d’autunno (Kantemir Balagov)
Alice e il sindaco (Nicola Parisier)
The Lodge (Veronika Franz, Severin Fiala)
Galveston (Mélanie Laurent)
Wasp Network (Olivier Assayas)



Regista dell'anno: Sam Mendes ("1917")
Attore dell'anno: Roschdy Zem ("Roubaix, una luce")
Attrice dell'anno: Saoirse Ronan ("Piccole donne")
Sceneggiatura dell'anno: Taika Waititi ("Jojo Rabbit")
Colonna sonora dell'anno: Stuart A. Staples ("High Life")
Fotografia dell'anno: Ksenia Sereda ("La ragazza d’autunno")
Montaggio dell'anno: Ronald Bronstein, Benny Safdie ("Diamanti grezzi")
Rivelazione dell'anno: Viktorija Mirošničenko ("La ragazza d’autunno")


GIANCARLO USAI

Segnalazioni:
Nomad - In cammino con Bruce Chatwin (Werner Herzog)
They Shall Not Grow Old - Per sempre giovani (Peter Jackson)
Diamanti grezzi (Josh e Benny Safdie)
Le streghe (Robert Zemeckis)
Soul (Pete Docter)



Regista dell'anno: Corneliu Porumboiu ("La Gomera - L'isola dei fischi")
Attore dell'anno: Roschdy Zem ("Roubaix, una luce")
Attrice dell'anno: Paula Beer ("Undine - Un amore per sempre")
Sceneggiatura dell'anno: Damiano e Fabio D'Innocenzo ("Favolacce")
Colonna sonora dell'anno: Joe Delia ("Siberia")
Fotografia dell'anno: Leonardo Simões ("Vitalina Varela")
Montaggio dell'anno: Joel Cox ("Richard Jewell")
Rivelazione dell'anno: Fotinì Peluso ("Cosa sarà")

Contributo tecnico di rilievo: "Tenet"
Miglior opera prima: "Palm Springs - Vivi come se non ci fosse un domani" di Max Barbakow


GIUSEPPE GANGI

Segnalazioni:
Stato di grazia: The Woman Who Ran di Hong Sang-soo
Americana: "City Hall" di Frederick Wiseman
Casa: Moving On di Yoon Dan-bi
Lo stato delle cose: Sorry We Missed You di Ken Loach
Le donne ci guardano: Mai raramente a volte sempre di Eliza Hittman 
Voglio vederti danzare: Ema di Pablo Larraín
Un ipotetico diario cinefilo della quarantena: "Ne croyez surtout pas que je hurle" di Frank Beauvais



Miglior regista: Pedro Costa ("Vitalina Varela")
Miglior attore: Roschdy Zem ("Roubaix, una luce")
Miglior attrice: Paula Beer ("Undine - Un amore per sempre")
Miglior coppia: Willem Dafoe e Robert Pattinson ("The Lighthouse")
Miglior sceneggiatura: Charlie Kaufman ("Sto pensando di finirla qui")
Miglior fotografia: Ksenia Sereda ("La ragazza d’autunno")
Miglior montaggio: Ronald Bronstein, Benny Safdie ("Diamanti grezzi")
Miglior colonna sonora: Nicolas Jaar ("Ema")
Rivelazione dell'anno: Mariana Di Girolamo ("Ema")


DIEGO CAPUANO

Segnalazioni:
Anima: "Soul" (Pete Docter, Kemp Powers)
Ritmo: "La storia dei Beastie Boys" (Spike Jonze)
Cervello: "Alice e il sindaco" (Nicolas Pariser)
Coscienza: Richard Jewell (Clint Eastwood)
Cuore (I): "Sorry We Missed You" (Ken Loach)
Cuore (II): "Cosa sarà" (Francesco Bruni)



Miglior regia
Agnès Varda (per la vita e le immagini rievocate in "Varda by Agnès")
Miglior attore
Elio Germano ("Volevo nascondermi"), Roschdy Zem ("Roubaix, una luce")
Miglior attrice
Vitalina Varela ("Vitalina Varela")
Miglior sceneggiatura
Nicolas Pariser ("Alice e il sindaco")
Miglior fotografia
Ksenia Sereda ("La ragazza d’autunno")
Miglior montaggio
Ronald Bronstein, Benny Safdie ("Diamanti grezzi")
Rivelazione dell'anno
Viktorija Mirošničenko, Vasilisa Perelygina ("La ragazza d’autunno")


MATTEO DE SIMEI

5 Autori:
Vitalina Varela (Pedro Costa)
L'uomo invisibile (Leigh Whannell)
La ragazza d'autunno (Kantemir Balagov)
Richard Jewell (Clint Eastwood)
Mank (David Fincher)

Corto 2020: Nimic (Yorgos Lanthimos)



Miglior regia: Charlie Kaufman (“Sto pensando di finirla qui”)
Miglior attore: Adam Sandler ("Diamanti grezzi")
Miglior attrice: Léa Seydoux ("Roubaix – Una luce nell’ombra")
Migliore sceneggiatura: Aaron Sorkin ("Il processo ai Chicago 7")
Migliore colonna sonora: Nicolas Jaar ("Ema")
Miglior fotografia: Leonardo Simões ("Vitalina Varela"), Darius Khondji  (“Diamanti grezzi”)
Miglior montaggio: Ronald Bronstein, Benny Safdie ("Diamanti grezzi")
Rivelazione 2020: Mariana Di Girolamo ("Ema")


ANTONIO PETTIERRE


Segnalazioni:
High Life (Claire Denis)
Ema (Pablo Larrain)
Soul (Pete Docter, Kemp Powers)
Beasts Clawing at Straws (Kim Yong-hoon)
Da 5 Bloods - Come fratelli (spike Lee)



Italiano dell'anno: Spaccapietre (Massimiliano e Gianluca De Serio)
Cortometraggi d’autore: What Did Jack Do? (David Lynch); Nimic (Yorgos Lanthimos)


MATTEO PERNINI

Segnalazioni:
Matthias & Maxime (Xavier Dolan)
La Gomera – L’isola dei fischi (Corneliu Porumboiu)
Sorry We Missed You (Ken Loach)
Richard Jewell (Clint Eastwood)
L’immensità della notte (Andrew Patterson)



Miglior regia: Pedro Costa (“Vitalina Varela”)
Miglior sceneggiatura: Charlie Kaufman (“Sto pensando di finirla qui”)
Miglior interpretazione: Paula Beer (“Undine – un amore per sempre”)
Miglior fotografia: Leonardo Simões (“Vitalina Varela”)
Miglior montaggio: Ronald Bronstein, Bennie Safdie (“Diamanti grezzi”)
Miglior cortometraggio: “What Did Jack Do?” (David Lynch)


ALBERTO MAZZONI



Segnalazioni
:
Favolacce (Damiano D'Innocenzo - Fabio D'Innocenzo)
Bacurau (Kleber Mendonça Filho e Juliano Dornelles)
Mank (David Fincher)
Beach Bum - Una vita in fumo (Harmony Korine)
Muori papà... muori! (Kirill Sokolov)


STEFANO SANTOLI



Segnalazioni:
Denaro. "Diamanti grezzi" (Safdie Bros.), First Cow (Kelly Reichardt)
Diseguaglianze. "Sorry We Missed You" (Ken Loach), "Bacurau" (Kleber Mendonça Filho, Juliano Dornelles)
Dipendenze. Little Joe (Jessica Hausner), Sto pensando di finirla qui (Charlie Kaufman)
Relazioni. "Due" (Filippo Meneghetti), "Roubaix, una luce" (Arnaud Desplechin)
Serie. "Loop" (Tales from the Loop), "We Are Who We Are" (Luca Guadagnino)


EUGENIO RADIN



Segnalazioni:
"Wolfwalkers - Il popolo dei lupi" (Tomm Moore, Ross Stewart) - La bellezza e originalità delle animazioni.
"Sto pensando di finirla qui" (Charlie Kaufman) - Straniamento e smarrimento.
Fireball - Messaggeri dalle stelle (Werner Herzog, Clive Oppenheimer) - Trascendere la materia.
"L'uomo invisibile" (Leigh Whannell) - Il nemico è invisibile.
"Favolacce" (Fabio D'Innocenzo, Damiano D'Innocenzo) - Fiabe contemporanee.


RUDI CAPRA



Segnalazioni
Il buono - "L’immensità della notte" (Andrew Patterson)
Il brutto - "The Lighthouse" (Robert Eggers)
Il cattivo - "Nimic" (Yorgos Lanthimos)


DIEGO TESTA



Segnalazioni:
"L’immensità della notte" (Andrew Patterson) - Esordio alieno.
"Roubaix, una luce" (Arnaud Desplechin) / Tenet (Christopher Nolan) - Sezionare il cinema.
Tyler Rake (Sam Hardgrave) / Un lungo viaggio nella notte (Bi Gan) - Piani sequenza.
"Favolacce" (Damiano D’Innocenzo, Damiano D’Innocenzo) / Monos - Un gioco da ragazzi (Alejandro Landes) - Libertà espressiva.
"We Are Who We Are" (Luca Guadagnino) - Altri seriali.


DOMENICO IPPOLITO



Segnalazioni:
"First Cow" (Kelly Reichardt)
Schwesterlein (Stéphanie Chuat, Véronique Reymond)
Berlin Alexanderplatz (Burhan Qurbani)
La casa dell'amore (Luca Ferri)
Family Romance, LLC (Werner Herzog)


LUCA SOTTIMANO

Segnalazioni:
"In Between Dying" (Hilal Baydarov) - inedito:  la grande (e anche unica) sorpresa del Concorso della 77° Mostra di Venezia
"Guerra e Pace" (Martina Parenti, Massimo D’Anolfi) – inedito:  passato in Orizzonti a Venezia, profonda riflessione sulle immagini e sulla memoria
Mandibules (Quentin Dupieux) -  inedito: un Dupieux alla massima potenza, che in Italia sarà distribuito da I Wonder Pictures.
"We are Who We are" (Luca Guadagnino) – folgorazioni seriali, pt.1
"Normal People" (Sally Rooney) – folgorazioni seriali, pt. 2



Il momento più emozionante: il finale della seconda stagione di "The Mandalorian".


VINCENZO CHIEPPA

Segnalazioni:
Script di livello: "Alice e il sindaco" (Nicolas Pariser) / Il re di Staten Island (Judd Apatow) / On the Rocks (Sofia Coppola)
Animazione di livello: Buñuel nel labirinto delle tartarughe (Salvador Simó) / "Soul" (Pete Docter, Kemp Powers)
Tecnicamente ineccepibili: "La ragazza d’autunno" (Kantemir Balagov) / "Vitalina Varela" (Pedro Costa)
Nell'anno dei quattro lungometraggi di Herzog distribuiti in Italia, il più ispirato: "Family Romance, LLC" (Werner Herzog)
Lezioni di documentario politico, dal Brasile: "Indianara" (Aude Chevalier-Beaumel, Marcelo Barbosa) / Your Turn (Eliza Capai) 



Miglior regista: Sam Mendes per "1917"
Miglior fotografia: Leonardo Simões per "Vitalina Varela"
Miglior attore (protagonista): Adam Sandler per "Diamanti grezzi"
Miglior attrice (non protagonista): Glenn Close per "Elegia americana"


ALESSANDRO CORDA



Segnalazioni:
Richard Jewell (Clint Eastwood)
Mank (David Fincher)
Ema (Pablo Larrain)
JoJo Rabbit (Taika Waititi)
Tenet (Christopher Nolan)





Speciale 2020 - Le segnalazioni dei redattori di Ondacinema