Speciale classifiche - I migliori Oscar ai film stranieri | Speciale | Ondacinema

Speciale classifiche - I migliori Oscar ai film stranieri

Speciale classifiche - I migliori Oscar ai film stranieri

di Redazione di Ondacinema

Dopo il successo straordinario de "La grande bellezza", la redazione vi propone una speciale classifica dei venti titoli più belli che hanno dato lustro a questa categoria premiata dall'Academy. A dispetto delle critiche e dell'ironia verso la statuetta, sono tutti grandi film

Alla fine l'Oscar arrivò. Al termine di una cavalcata trionfale, "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino ha riportato in Italia la statuetta dopo quindici anni da "La vita è bella". Da che Oscar è Oscar, la categoria del miglior film straniero è sempre stata considerata come una specie di "riserva indiana" dove far confluire un intero globo cinematografico, ad eccezione di quello anglofono.
Una scelta superficiale e ormai storicamente criticata, che ha finito per svilire la stessa forza simbolica del premio in questione. Ma scorrendo i decenni di storia dell'Academy, si scopre che sovente, nella categoria dei film in lingua non inglese, sono arrivati a gareggiare lungometraggi vere e proprie pietre miliari della Settima arte. La redazione di OndaCinema, presa dall'entusiasmo per la vittoria di Sorrentino, ha deciso di riprendere in mano l'albo d'oro della categoria e divertirsi a scegliere venti titoli all'interno di questo "elenco speciale" di vincitori. Abbiamo scoperto che ne viene fuori una storia "alternativa" del cinema. Venti film eccezionali transitati per Hollywood una sola notte in tutta la loro parabola artistica, ma ben piantati, come appartenenza, a culture e Paesi lontani.

Come tutte le classifiche, anche questa ha un valore meramente ludico, ma è impressionante scorrere le prime posizioni dove i capolavori di Federico Fellini e di Ingmar Bergman fanno sì da mattatori, senza però togliere la scena a una serie di cinematografie di epoche e aree geografiche disparate. Abbiamo la satira corrosiva e mai doma, dal carattere tutto europeo, di Luis Bunuel, il neorealismo agli albori di Vittorio De Sica, la solida e severa denuncia civile di Elio Petri. Fino al cinema avventuroso ed epico di Akira Kurosawa, sia quello degli esordi con "Rashomon", sia quello più immediato del periodo della maturità con "Dersu Uzala".

Anche il cinema contemporaneo ha un ruolo importante in questa particolare graduatoria: abbiamo scelto ben quattro titoli del "nuovo millennio", infatti. Troviamo il thriller familiare, denso di parole e di tensioni interpersonali, di Asghar Farhadi; il glaciale ed ellittico dramma da camera di Michael Haneke; il film tedesco campione d'incassi dell'esordiente Florian Henckel von Donnesmark; l'indefinibile esercizio di memoria collettiva e individuale made in Argentina di Juan Josè Campanella. Una veloce carrellata per spiegare come, a dispetto di facili e prevedibili polemiche, di sterili e inutili rimostranze, anche una storia parziale e inattendibile come quella delle statuette più celebri del mondo nasconda un percorso filmico di rilievo assoluto. Nelle pieghe di un premio considerato dalla stessa Hollywood minore, ecco dunque alcuni momenti straordinari della carriera di cineasti leggendari e irraggiungibili.

Il dominatore resta però il maestro riminese, non solo e non soltanto per il primo, intoccabile posto che abbiamo assegnato a "8 ½", ma anche per la presenza di ben altri tre film tra i primi venti. Segno tangibile di una grandezza riconosciuta da entrambe le parti dell'Oceano, documento tuttora valido per provare un'esperienza artistica senza pari che, anche con un semplice gioco come quello che qui vi proponiamo, la nostra redazione ha voluto ulteriormente celebrare. Buona lettura.


20. IL SEGRETO DEI SUOI OCCHI di Juan Josè Campanella (2009)

il_segreto_dei_suoi_occhi_1


19. COME IN UNO SPECCHIO di Ingmar Bergman (1961)

come_in_uno_specchio_2


18. LE VITE DEGLI ALTRI di Florian Henckel von Donnesmark (2006)

vite_degli_altri_1


17. TUTTO SU MIA MADRE di Pedro Almodovar (1999)

tutto_su_mia_madre_2


16. LE NOTTI DI CABIRIA di Federico Fellini (1957)

cabiria_1


15. AMOUR di Michael Haneke (2012)

amour_2


14. LA STRADA di Federico Fellini (1954)

la_strada_1


13. LA FONTANA DELLA VERGINE di Ingmar Bergman (1960)

la_fontana_della_vergine_2


12. SCIUSCIA' di Vittorio De Sica (1946)

sciuscia_2_1


11. DERSU UZALA - IL PICCOLO UOMO DELLE GRANDI PIANURE di Akira Kurosawa (1975)

dersu_1


10. MIO ZIO di Jacques Tati

mio_zio_speciale


9. UNA SEPARAZIONE di Asghar Farhadi (2011)

una_separazione_speciale


8. AMARCORD di Federico Fellini (1973)

amarcord_speciale


7. EFFETTO NOTTE di Francois Truffaut (1973)

effetto_notte_speciale


6. INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO di Elio Petri (1970)

indagine_cittadino_sopra_ogni_sospetto_speciale


5. FANNY E ALEXANDER di Ingmar Bergman (1982)

fanny_alexander_speciale


4. LADRI DI BICICLETTE di Vittorio De Sica (1948)

ladri_bibiclette_speciale


3. RASHOMON di Akira Kurosawa (1950)

rashomon_speciale


2. IL FASCINO DISCRETO DELLA BORGHESIA di Luis Bunuel (1972)

fascino_discreto_della_borghesia_speciale


1. 8 ½ di Federico Fellini (1963)

ottoemezzo_speciale

Speciale classifiche - I migliori Oscar ai film stranieri